Hester di dimettersi come RBS CEO

Brooks Newmark, un MP al comitato ristretto del Tesoro ed ex senior partner di private equity Apollo Management vestito, ha detto che la banca e il governo ha fatto bene a chiedere a Mr Hester a lasciare se non poteva impegnarsi a un altro termine lungo al timone della banca.
“Se avete intenzione di fare un’offerta di condivisione, ogni incertezza con gestione delle chiavi darebbe ostacolo per i potenziali azionisti,” ha detto.
“Egli [il sig Hester] ha completato una ristrutturazione complessa ed efficace creato una nuova RBS andando avanti e probabilmente ha senso ora di avere un nuovo amministratore delegato dentro”
“Dopo aver portato RBS dal baratro, ora è il momento di passare dalla fase di soccorso”, ha detto Osborne.
Il consiglio ha detto il Mercoledì che avrebbe lanciato una ricerca immediata di un successore al signor Hester, guardando sia internamente che esternamente.
Mr Hester fu paracadutato in RBS alla fine del 2008 per sostituire la disgrazia Fred Goodwin. La banca ha dovuto essere salvata con 45 miliardi di sterline di denaro pubblico a seguito di acquisizione disastroso del signor Goodwin di banca olandese ABN Amro, proprio come la crisi finanziaria globale è stata prendendo piede.
Ha curato una contrazione drammatica e clean-up di RBS, ma aveva resistito alle pressioni di tirare indietro dal internazionali e di investment banking drammaticamente come il governo avrebbe voluto.
RBS è impostato di annunciare ulteriori tagli alle sua banca d’affari il Giovedi, con un massimo di 2.000 dei suoi 11.300 banchieri d’investimento di andare come il gruppo attua un piano di precedenza per ridurre il bilancio della unità di un ulteriore 20 per cento.
Ci può anche essere un tentativo di purificare ulteriormente RBS di più delle sue imprese in sofferenza, con un focus particolare sulla controllata irlandese Ulster Bank, secondo persone vicine alla situazione.
Signor Osborne ha già delineato molte ragioni pratiche per non rimuovere più di asset tossici di RBS dalla banca, ma il cancelliere sta valutando l’opzione e può dare i dettagli nel suo discorso di Mansion House la prossima settimana.
Ha detto che era in attesa di una relazione parlamentare bancario comitato di Andrew Tyrie standard, che individuerà una “good bank / bad bank” split come una possibile opzione per il rapido ripristino di RBS per la salute.
Tutto questo poteva reggere la rapida riprivatizzazione che RBS ha sperata. In un cambiamento di tono da parte del Tesoro, gli aiutanti del signor Osborne ora dicono che il cancelliere è “non disperatamente cercando di vendere le azioni prima delle elezioni”.
Il cancelliere riconosce che qualsiasi vendita RBS molto inferiore ai 503p pagati dal governo laburista nel 2008-9 sarebbe politicamente sgradevole, a dispetto di David Cameron di voler tornare alla banca per il settore privato “, il più velocemente possibile”.
La risposta del mercato alla rimozione del sig Hester è stato mescolato. “La sua partenza sarà una perdita”, gli analisti di Citigroup hanno scritto in una nota ai clienti. Tuttavia, un 20 investitore superiore a RBS ha detto: “Abbiamo un sacco di riguardo per Hester Ma forse ora è il momento di nominare una nuova persona … di essere lì all’inizio della privatizzazione.».
La scelta del successore sarà cruciale per gli investitori. Due persone che hanno familiarità con la situazione ha detto Sir Philip Hampton, RBS presidente, aveva preso sondaggi informali sia all’interno della banca ed esternamente nelle ultime settimane.
Richard Meddings, attualmente direttore finanziario dei Paesi emergenti, focalizzato banca Standard Chartered, è tra quelli di essere stato avvicinato indirettamente, la gente ha detto.
Più probabili candidati interni di RBS per il ruolo sarebbero Chief Risk Nathan Bostock, che è pronta a diventare direttore finanziario, Rory Cullinan, che ha guidato il processo di liquidazione giù portafoglio non core della banca, o capo al dettaglio Ross McEwan.
Mr Hester riceverà una buonuscita di dicembre di £ 1.6m, equivalente a retribuzione e benefici di 12 mesi, ma nessun bonus annuale. Rimarrà diritto a premi di incentivazione in corso a lungo termine, pari a circa 2 milioni di azioni.
Tuttavia, questi saranno soggetti a condizioni di performance, che taglierà il massimo realizzo per tra il 45 per cento e il 65 per cento del totale – pari a 3 milioni di sterline-£ 4m a quotazioni di oggi.
Signor Osborne ha elogiato “importante contributo” di Mr Hester e Sir Philip ha riconosciuto i suoi “assolutamente immensi successi”.
Ma è chiaro che hanno facilitato l’amministratore delegato dal suo lavoro. Lo stesso onorevole Hester era stato entusiasta di rimanere per almeno altri due anni per vedere RBS ritorno alla redditività sostenibile e di pastore attraverso l’avvio di riprivatizzazione della banca. Recentemente ha detto al Financial Times: “Odio non vincere, lo odio.”
Ci sono stati righe annuali oltre i bonus, sia per se stesso e per i banchieri di investimento ben pagati di RBS. Mr Hester, ex Credit Suisse esecutivo, ha lottato duramente per mantenere il funzionamento di investment banking di RBS intatto e la sua presenza nel retail banking statunitense.
Ma l’anno scorso – dopo un intervento diretto dal signor Osborne, e sotto la pressione dei regolatori oltre capitale – Mr Hester cedette su entrambe le questioni. La banca di investimento è ora ridotto di un terzo e cittadini, il suo braccio di consumo degli Stati Uniti, si sta preparando per il galleggiamento.
Sostituzione di Hester sarà una sfida. Mr Meddings è tra i pochi dirigenti inglesi generalmente considerato un candidato possibile, anche se i banchieri fanno notare che anche la sua nomina potrebbe essere politicamente problematico a causa del suo coinvolgimento in una fila tra StanChart e regolatori degli Stati Uniti lo scorso anno oltre sanzioni violazioni – una vicenda che ha finito per costano il gruppo di centinaia di milioni di dollari di multa.
Signor Osborne ha detto in una dichiarazione: “Quando Stephen Hester ha assunto il lavoro a RBS, nel 2008 è stata una banca busto con una cultura rotto e ha posato un enorme rischio per la stabilità finanziaria.
“RBS oggi è più sicuro, più forte e maggiormente in grado di supportare i propri clienti. Voglio elogiare Stephen Hester per tutto quello che ha fatto per rendere questo possibile inversione di tendenza. La dimensione e la complessità della banca è stato fortemente ridotto, con una ben maggiore attenzione servire i suoi clienti del Regno Unito.
Alcuni banchieri hanno creduto a lungo alla fine del 2013 sarebbe stato un tempo naturale per il signor Hester a dimettersi, con il programma di ogni ciclo di produzione di RBS – tra cui il vento verso il basso di un portafoglio di 250 miliardi EUR di “non-core”, in gran parte in sofferenza, i prestiti – impostare essere tutto ma completo entro dicembre.
Il governo era pronto a iniziare il processo di vendere la sua quota di partecipazione 82 per cento in RBS, e il suo 39 per cento del capitale di Lloyds Banking Group, prima delle elezioni generali 2015.
Addetti bancari dire signor Hester ha avuto un rapporto difficile con il governo e, in questi ultimi mesi in particolare, con Sir Philip.
Sir Philip ha detto in una video-intervista rilasciata da RBS: “Questo è stato uno dei lavori aziendali più esigenti del mondo.”
“L’ambiente pubblico per le banche ei banchieri è stato molto difficile. Per Stefano, il suo stato ancora più difficile.”
Stephen Hester è quello di dimettersi dalla carica di amministratore delegato di Royal Bank of Scotland, alla fine dell ‘anno, come il governo britannico spinge per un’altra revisione del gruppo parte-nazionalizzata e prepara il terreno per iniziare a vendere la sua quota del 82 per cento nel mutuante.
I collaboratori di George Osborne, il cancelliere, ha detto che lui e la direzione della banca era stato pronto a nominare un nuovo amministratore delegato che potrebbe portare una transizione di cinque anni che vedrebbe RBS reprivatised e ristabilita come banca di commercio britannico.

EU-Asia